Progetto InnocentI

GIURISPRUDENZA

CONFISCA DI PREVENZIONE – PERICOLOSITA’ GENERICA – CAUSALITA’ TRA RISORSE E ATTIVITA’ CRIMINOSA – REDDITI PROVENIENTI DA EVASIONE FISCALE – CONDIZIONI

In tema di confisca di prevenzione, la sproporzione tra i beni posseduti e le attività economiche del proposto non può essere giustificata adducendo proventi da evasione fiscale, qualunque sia la categoria di pericolosità sociale riferibile al proposto. Corte di Cassazione, Sezione 6 penale  Sentenza 5 febbraio 2016, n. 4908  

MISURA DI PREVENZIONE PERSONALE – PERICOLOSITA’ QUALIFICATA – ATTUALITA’- PRESUNZIONE NON ASSOLUTA

L’ applicazione del principio secondo cui la presunzione di attualita’ della pericolosita’ non e’ assoluta ed e’ destinata ad attenuarsi, facendo risorgere la necessita’ di una puntuale motivazione sul punto, anche nei confronti di appartenenti ad associazioni di tipo mafioso, quanto piu’ i dati da cui desumere l’inserimento del soggetto

MISURE DI PREVENZIONE PATRIMONIALE – EVASORE FISCALE CONTIGUO A COSCA MAFIOSA – SPECIFICITA’ DELLE CONDOTTE

La confisca di prevenzione patrimoniale adottata nei confronti di un soggetto “prossimo” alla ‘ndrangheta non può essere basata sulla sua pericolosità sociale dedotta dal suo status di evasore fiscale. Lo sostiene la Cassazione secondo cui non può esservi applicazione automatica della confisca, ma è necessaria una opportuna motivazione. Per la Corte,

CONFISCA DI PREVENZIONE – BNI INTESTATI AL TERZO – ASSOLUZIONE NEL PROCESSO DI COGNIZIONE – REVOCAZIONE – SUSSISTENZA

La confisca di prevenzione  (Legge n. 575 del 1965, articolo 2-ter, comma 3, e successive modifiche) e’ disposta, allorquando il soggetto indiziato dei reati indicati nell’articolo 1 della medesima legge non possa giustificare la legittima provenienza di beni di cui, anche per interposta persona fisica o giuridica, risulti essere titolare o avere

CONFISCA DI PREVENZIOBE – BENI INTESTATI A TERZI – INTERESSE DEL PROPOSTO A DIMOSTRARE L’EFFETTIVITA’ DELLA INTESTAZIONEE – CONDIZIONI

Il proposto vanta l’interesse “a negare l’interposizione fittizia e a dimostrare l’esclusiva appartenenza dei beni ai terzi presunti intestatari laddove intende evidenziare soltanto che i cespiti sono estranei alla sua sfera patrimoniale e che, quindi, di essi non deve tenersi conto ai fini del giudizio di sproporzione e, conseguentemente, della legittimita’

CONFISCA DI PREVENZIONE – PERICOLOSITA’ GENERICA – RAPPORTO CAUSALITA’ FRA PROVENTI E ATTIVITA’ CRIMINOSA – ESCLUSIONE

In tema di confisca di prevenzione, la sproporzione tra i beni posseduti e le attività economiche del proposto non può essere giustificata adducendo proventi da evasione fiscale, qualunque sia la categoria di pericolosità sociale riferibile al proposto. Corte di Cassazione, Sezione 6 penale , Sentenza 5 febbraio 2016, n. 4908  

Torna in alto