RIPARAZIONE ERRORE GIUDIZIARIO – COLPA GRAVE OSTATIVA – OMESSA RITRATTAZIONE DELLA CONFESSIONE ESTORTA

La colpa ostativa alla riparazione dell’errore giudiziario deve essere esaminata non soltanto in relazione al grado di ingiustificatezza della negligenza o dell’imprudenza ma anche in relazione alla sua incidenza causale, intesa come idoneità non a concorrere ma a causare l’errore giudiziario.

Nel caso all’esame della Corte si è ritenuta la grave negligenza del condannato nell’omessa ritrattazione durante tutto l’arco del processo, di primo e secondo grado, della confessione resa agli inquirenti sotto le ripetute pressioni psicologiche esercitate dagli stessi,   denunciate dal ricorrente  soltanto dopo oltre 36 anni  in sede di richiesta di revisione.

 

CANGIANIELLO SENTENZA CASSAZIONE


-->