LA DIFFICILE TUTELA DEI TERZI CREDITORI NEL PROCEDIMENTO DI PREVENZIONE

di Sofia Barbera

1. Una visione d’insieme: il difficile bilanciamento tra la tutela dei diritti del creditore del proposto e le esigenze sottese al procedimento di prevenzione. 2. I diritti dei terzi creditori: analisi critica delle “condizioni” di ammissibilità del credito disciplinate dall’art. 52 del codice antimafia. A) Sull’atto di data certa; B) Sul nesso di strumentalità tra il credito e l’attività del proposto, il legittimo affidamento e la buona fede; C) Sulla previa escussione del patrimonio del proposto. 3. Il comma 8 dell’art. 59 del Decreto legislativo 159/2011 così come sostituito dall’art. 21, comma 3, lett. c) della L. 17.10.2017 n. 161: tra preclusioni probatorie e l’imprescindibile interdipendenza con il procedimento di prevenzione. 4. Alcune considerazioni di diritto intertemporale. 5. Un’irta esegesi sulla tutela dei terzi creditori del proposto nella confisca allargata ex art. 12 sexies, comma 4 bis, l. n. 356/1992c.d. antimafia

Scarica il docuomento completo.


-->