Progetto InnocentI

NEWS

Massacro di Ponticelli, le indagini condotte dalla Procura di Napoli forse ad una “svolta” su quello che sembra essere un clamoroso errore giudiziario italiano

Il massacro di Ponticelli, l’errore giudiziario che ha bruciato le vite di Ciro Imperante, Luigi Schiavo e Giuseppe La Rocca La scena: il rione Incis di Ponticelli, Napoli.  L’anno: lo stesso dell’arresto di Enzo Tortora e dei falsi pentiti, gestiti dai carabinieri della Caserma Pastrengo, che lo accusarono. Dalla piazzetta del rione Nunzia e Barbara spariscono alle 19,30 del 2 luglio. Il giorno dopo le trovano nell’alveo del Pollena, vicino la sopraelevata in costruzione, la scena è raccapricciante, prima violentale, poi uccise ed infine i loro cornicioni bruciati. Il sopralluogo è fatto male, qualche foto e qualche oggetto portato via

Leggi...

Strage di Erba, il P.G. di Brescia, Guido Rispoli, boccia il collega di Milano, Cuno Tarfusser: la revisione è inammissibile, contro Rosa e Olindo una “cascata di prove” a carico

La strage di Erba torna in aula. Il P.G., Guido Rispoli: “Sui coniugi Romano una cascata di prove” La strage di Erba l’11 dicembre del 2006: Olindo Romano e Rosa Bazzi sono stati condannati per quel massacro (quattro morti, tra cui un bambino di due anni e un ferito grave). Ma i legali della coppia hanno chiesto l’istanza di revisione del processo, puntando su prove nuove, a loro avviso, che potrebbero portare alla assoluzione a 18 anni dell’eccidio. Il procuratore generale parla invece di “cascata di prove” contro i coniugi.Tanta gente in fila per entrare in tribunale, anche molti giovani:

Leggi...

Perché l’errore giudiziario è inevitabile: anche la Giustizia francese riflette sul fenomeno che in Italia sta assumendo dimensioni allarmanti

JUSTICE : POURQUOI LES ERREURS JUDICIAIRES SONT INÉVITABLES Ils n’ont jamais commis de crime, ils sont totalement innocents, et pourtant, ils ont été accusés, certains ont même fait de la prison. Les erreurs judiciaires traversent l’histoire de la Justice : comment est-ce possible d’en arriver là ? Et peut-on vraiment faire confiance à la justice ? Cette institution est-elle capable de reconnaître ses propres dysfonctionnements ? Une émission Je pense donc j’agis présentée par Madeleine Vatel et Melchior Gormand. Roland Agret, Patrick Dils, Marc Machin et plus récemment Farid El Hairy ont été acquittés et libérés. Ils ont en commun

Leggi...

Union Européenne, nouvelles mesures restrictives à l’égard de la Russie en réaction aux atteintes à l’intégrité et la souveraineté de l’Ukraine

Focus sur le 13ème paquet de sanctions contre la Russie adopté le 23 février 2024 L’Union européenne vient d’adopter de nouvelles mesures restrictives à l’égard de la Russie en réaction aux atteintes à l’intégrité et la souveraineté de l’Ukraine, dans le cadre d’un 13ème paquet de sanctions depuis le 24 février 2022. Nous vous invitons à consulter dès maintenant l’intégralité du Règlement (UE) 2024/753 du Conseil du 23 février 2024 qui contient 194 nouvelles mesures de gel (106 personnes et 88 entités)et qui modifie ainsi le Règlement 269/2014. Ces mesures sont applicables directement et sans délai à l’ensemble des personnes physiques et morales opérant sur le territoire de

Leggi...

Ricorso Cavallotti alla CEDU: il Governo Italiano replica alle osservazioni dell’Avv. Baldassare Lauria e ammette la “finalità punitiva” della confisca di prevenzione

“È vero: in Italia puniamo gli innocenti”, l’autogol del governo a Strasburgo”   Fabrizio Costarella e Cosimo Palumbo (Osservatorio Misure patrimoniali e di prevenzione dell’Ucpi), Pubblicato da “Il Dubbio” il 22 marzo, 2024 L’avvocatura dello Stato, nella memoria inviata alla Cedu per la causa con i Cavallotti, ammette: “Le confische Antimafia sono (anche sanzioni”. Cioè calpestano il diritto europeo… La vicenda che vede la Corte Edu occuparsi del sistema di prevenzione italiano, nella controversia che contrappone lo Stato alla famiglia Cavallotti, è, dal punto di vista procedimentale, alle battute finali, con lo scambio di memorie di replica tra l’Avvocatura dello Stato e

Leggi...

Violenza sessuale di gruppo a Melito Porto Salvo: entra nel vivo il processo di revisione della condanna di Lorenzo Tripodi e Michele Nucera, ammessa la tetsimonianza del teste chiave

Il sospetto che siamo davanti ad un altro clamoroso errore giudiziario è più che fondato. L’appuntamento è per il prossimo 20 marzo, davanti la terza sezione penale della Corte di appello di Catanzaro. Il collegio giudicante intanto è cambiato. La dr. Abigail Mellace  è stata autorizzata ad astenersi a seguito della sentenza della Corte di Cassazione che ha annullato il provvedimento a sua firma con il quale era stata respinta la richiesta di sospensione della pena, allo stato in esecuzione. Il nuovo collegio, ora presieduto dal dr. Carlo Fontanazza, all’udienza del 24 gennaio scorso, ha revocato le precedenti determinazioni assunte

Leggi...

Massacro di Ponticelli, le indagini condotte dalla Procura di Napoli forse ad una “svolta” su quello che sembra essere un clamoroso errore giudiziario italiano

Il massacro di Ponticelli, l’errore giudiziario che ha bruciato le vite di Ciro Imperante, Luigi Schiavo e Giuseppe La Rocca La scena: il rione Incis di Ponticelli, Napoli.  L’anno: lo stesso dell’arresto di Enzo Tortora e dei falsi pentiti, gestiti dai carabinieri della Caserma Pastrengo, che lo accusarono. Dalla piazzetta del rione Nunzia e Barbara spariscono alle 19,30 del 2 luglio. Il giorno dopo le trovano nell’alveo del Pollena, vicino la sopraelevata in costruzione, la scena è raccapricciante, prima violentale, poi uccise ed infine i loro cornicioni bruciati. Il sopralluogo è fatto male, qualche foto e qualche oggetto portato via

Leggi...

Strage di Erba, il P.G. di Brescia, Guido Rispoli, boccia il collega di Milano, Cuno Tarfusser: la revisione è inammissibile, contro Rosa e Olindo una “cascata di prove” a carico

La strage di Erba torna in aula. Il P.G., Guido Rispoli: “Sui coniugi Romano una cascata di prove” La strage di Erba l’11 dicembre del 2006: Olindo Romano e Rosa Bazzi sono stati condannati per quel massacro (quattro morti, tra cui un bambino di due anni e un ferito grave). Ma i legali della coppia hanno chiesto l’istanza di revisione del processo, puntando su prove nuove, a loro avviso, che potrebbero portare alla assoluzione a 18 anni dell’eccidio. Il procuratore generale parla invece di “cascata di prove” contro i coniugi.Tanta gente in fila per entrare in tribunale, anche molti giovani:

Leggi...

Perché l’errore giudiziario è inevitabile: anche la Giustizia francese riflette sul fenomeno che in Italia sta assumendo dimensioni allarmanti

JUSTICE : POURQUOI LES ERREURS JUDICIAIRES SONT INÉVITABLES Ils n’ont jamais commis de crime, ils sont totalement innocents, et pourtant, ils ont été accusés, certains ont même fait de la prison. Les erreurs judiciaires traversent l’histoire de la Justice : comment est-ce possible d’en arriver là ? Et peut-on vraiment faire confiance à la justice ? Cette institution est-elle capable de reconnaître ses propres dysfonctionnements ? Une émission Je pense donc j’agis présentée par Madeleine Vatel et Melchior Gormand. Roland Agret, Patrick Dils, Marc Machin et plus récemment Farid El Hairy ont été acquittés et libérés. Ils ont en commun

Leggi...

Union Européenne, nouvelles mesures restrictives à l’égard de la Russie en réaction aux atteintes à l’intégrité et la souveraineté de l’Ukraine

Focus sur le 13ème paquet de sanctions contre la Russie adopté le 23 février 2024 L’Union européenne vient d’adopter de nouvelles mesures restrictives à l’égard de la Russie en réaction aux atteintes à l’intégrité et la souveraineté de l’Ukraine, dans le cadre d’un 13ème paquet de sanctions depuis le 24 février 2022. Nous vous invitons à consulter dès maintenant l’intégralité du Règlement (UE) 2024/753 du Conseil du 23 février 2024 qui contient 194 nouvelles mesures de gel (106 personnes et 88 entités)et qui modifie ainsi le Règlement 269/2014. Ces mesures sont applicables directement et sans délai à l’ensemble des personnes physiques et morales opérant sur le territoire de

Leggi...

Ricorso Cavallotti alla CEDU: il Governo Italiano replica alle osservazioni dell’Avv. Baldassare Lauria e ammette la “finalità punitiva” della confisca di prevenzione

“È vero: in Italia puniamo gli innocenti”, l’autogol del governo a Strasburgo”   Fabrizio Costarella e Cosimo Palumbo (Osservatorio Misure patrimoniali e di prevenzione dell’Ucpi), Pubblicato da “Il Dubbio” il 22 marzo, 2024 L’avvocatura dello Stato, nella memoria inviata alla Cedu per la causa con i Cavallotti, ammette: “Le confische Antimafia sono (anche sanzioni”. Cioè calpestano il diritto europeo… La vicenda che vede la Corte Edu occuparsi del sistema di prevenzione italiano, nella controversia che contrappone lo Stato alla famiglia Cavallotti, è, dal punto di vista procedimentale, alle battute finali, con lo scambio di memorie di replica tra l’Avvocatura dello Stato e

Leggi...

Violenza sessuale di gruppo a Melito Porto Salvo: entra nel vivo il processo di revisione della condanna di Lorenzo Tripodi e Michele Nucera, ammessa la tetsimonianza del teste chiave

Il sospetto che siamo davanti ad un altro clamoroso errore giudiziario è più che fondato. L’appuntamento è per il prossimo 20 marzo, davanti la terza sezione penale della Corte di appello di Catanzaro. Il collegio giudicante intanto è cambiato. La dr. Abigail Mellace  è stata autorizzata ad astenersi a seguito della sentenza della Corte di Cassazione che ha annullato il provvedimento a sua firma con il quale era stata respinta la richiesta di sospensione della pena, allo stato in esecuzione. Il nuovo collegio, ora presieduto dal dr. Carlo Fontanazza, all’udienza del 24 gennaio scorso, ha revocato le precedenti determinazioni assunte

Leggi...
Torna in alto